1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ondata di rincari in arrivo a settembre, colpa della benzina e petrolio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Incontrollabile, schizofrenico e deciso a puntare verso quota 70 dollari. Il prezzo del petrolio ieri ha macinato un record dopo l’altro. Una giornata al cardiopalma. Il primo record lo macina all’alba, sui mercati asiatici; ma il top lo tocca nel pomeriggio: 66 dollari al barile. Una marcia trionfale che non risparmia i volumi di scambio, altissimi e travolge ogni speranza. La crescita economica è a rischio, avverte la Banca centrale europea. E l’inflazione a queste quotazioni potrebbe mettere le ali. A scatenare la corsa è stata ieri l’Agenzia internazionale dell’energia, che ha calcolato che la domanda di petrolio continuerà a correre sia nel 2005 sia nel 2006, mentre l’offerta subirà un calo. Tanto è bastato per mandare in tilt i mercati. I consumatori così non fanno nemmeno in tempo ad aggiornare i conti della stangata in arrivo sulle famiglie italiane che i numeri gli cambiano sotto il naso.