Olimpiadi: investimento vantaggioso? L'esperienza di Londra e le prospettive in Brasile

Inviato da Valeria Panigada il Mar, 28/08/2012 - 08:45

I Giochi Olimpici sono un investimento vantaggioso per il Paese ospitante? Guardando l'esperienza di Londra, così come quelle precedenti, la risposta sembrerebbe no. A qualche settimana dalla fine dell'evento sportivo nella capitale inglese, Saxo Bank fa un bilancio dei costi e benefici. E snocciola le sue previsioni per il Brasile, che ospiterà nel 2016 le Olimpiadi (e nel 2014 i Mondiali di Calcio).

Di solito, quando un Paese ospita i Giochi Olimpici, i costi sono sottostimati e i benefit sovrastimati. E Londra sembra proprio non essere stata un'eccezione. "Di certo nel 2012 le Olimpiadi hanno giovato al Regno Unito in termini di entrate - sostiene l'analista Matt Bolduc di Saxo Bank - ma dal punto di vista del beneficio netto tangibile o meno, i costi puri rendono l'investimento abbastanza discutibile. Il Regno Unito non recupererà in nessun modo il costo di 13-24 miliardi di sterline".

Ora che le Olimpiadi di Londra si sono concluse, il focus si sposta sul Brasile, una delle economie maggiormente in crescita nel mondo, limitato dalla mancanza di infrastrutture essenziali. "Poiché la maggior parte dei costi sono costituiti dalle spese per (ri)costruire stadi e infrastrutture che consentano ai fan di raggiungerli, il Paese avrà di certo le sinergie per ospitare gli eventi a soli due anni di distanza (Mondiali di calcio nel 2014 e Olimpiadi nel 2016)", spiega l'esperto di Saxo Bank.

Secondo uno studio dell'Università di Sao Paulo, le spese per le infrastrutture in Brasile per entrambi gli eventi si aggireranno intorno ai 33 miliardi di dollari. Mentre dal lato dei benefici, il ministro dello sport brasiliano - non proprio una fonte indipendente - ha dichiarato che saranno creati 120.000 nuovi posti di lavoro all'anno durante la preparazione delle due grandi manifestazioni sportive. Una stima, che l'esperto di Saxo bank considera "estremamente ottimista".

Tuttavia, i guadagni si vedranno: "In generale, l'impatto di breve termine sarà probabilmente modesto. Nonostante ciò, è evidente che gli investimenti nelle infrastrutture in Brasile trascineranno la crescita economica nel lungo termine. Il Paese farà alcuni passi verso la modernizzazione, diventerà più efficiente e attirerà maggiori investimenti stranieri", conclude Bolduc.

Ma quali settori avranno più vantaggi?
"Prima, durante e tra i due eventi, il turismo aumenterà drasticamente, soprattutto all'interno di Rio de Janeiro", prevede l'analista del gruppo bancario danese, stimando un raddoppiamento del flusso turistico a 3,3 milioni di visitatori all'anno*. Il beneficio si rifletterà dunque sui settori degli hotel e delle vendite al dettaglio. "Gli altri settori che di certo trarranno vantaggio sono quelli delle costruzioni e dell'elettricità - continua Bolduc - Questi avranno benefici nei periodi precedenti agli eventi".
 
 
*Il dato è stato corretto per un errore nella nota pubblicata da Saxo Bank (in precedenza indicava miliardi)

COMMENTA LA NOTIZIA