Olimpia, cordata italiana non intende alzare la posta

Inviato da Redazione il Mar, 24/04/2007 - 08:35
La cordata italiana per Olimpia alle prese con il nodo prezzo, ma anche con il freno di Romano Prodi al coinvolgimento di Mediaset e con la difficile compatibilità tra la De Agostini e la stessa Mediaset. Rimangono poi le differenti impostazioni di Intesa Sanpaolo e Mediobanca che stanno comunque cercando di creare un'unica regia condivisa. Corrado Passera predilige un assetto di vertice più legato all'azionariato, mentre gli uomini di Mediobanca stanno lavorando su uno schema Olimpia formato da Colaninno, De Agostini, Mediaset, Benetton, tutti con un 10% circa. Le banche azioniste di Pirelli Tyre invece si attesterebbero al 20% dopo uno scambio con il 39% della società delle gomme, con Intesa Sanpaolo e Mediobanca (forse anche Capitalia) che potrebbero sottoscrivere a fermo un altro 10%. La restante quota capitale sarebbe infine riservato a un socio industriale quale Telefonica. Relativamente al prezzo, quello richiesto da Tronchetti è ritenuto eccessivo da piazzetta Cuccia che prima della mossa degli americani si era spinta fino a 2,7 euro per azione compreso il dividendo e ritiene ancora eccessivo spingersi oltre.
COMMENTA LA NOTIZIA