1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

L’Ocse vede l’Italia in ripresina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La ripresa economica è in arrivo anche in Italia. Dopo il Fondo monetario e la Banca d’Italia è l’Ocse a confermare che la fine della fase di stagnazione e il riavvio della crescita, seppure a scartamento ridotto. Restano infatti timidi i tassi di sviluppo previsti: appena lo 0,2% quest’anno, l’1,1% nel 2006 el’1,5% nel 2007. Incrementi inferiori alla media europea e, in misura decisamente più significativa, alla media dei Paesi più industrializzati. “La recessione è stata seria e preoccupante” ha detto presentando i dati il capo economista dell’organizzazione parigina, Jean Philippe Cotis il quale ha espresso “sollievo” per il ritorno dell’Italia sul sentiero della crescita. Ma anche preoccupazione per i rischi di tenuta della ripresina. I problemi dell’Italia, ribadisce l’Ocse, sono la caduta della competitività internazionale e la bassa produttività dell’industria nonchè lo squilibrio nei conti pubblici che ha determinato un appesantimento del debito pubblico.