L'Ocse rivaluta l'Italia: crescita a +0,2% nel 2005

Inviato da Redazione il Mer, 07/09/2005 - 08:17
Dopo tante bocciature, l'ultima delle quali vedeva un'Italia in recessione nel 2005 (-0,6%), è finalmente arrivato uno spiraglio di luce per il nostro Paese. L'Ocse, l'Organizzazione dei Paesi più industrializzati ha infatti rivisto al rialzo le stime di Prodotto interno lordo italiano per il 2005 da -0,6% a +0,2%. La nuova previsione incorpora il dato positivo rilasciato dall'Istat per il secondo trimestre dell'anno (+0,7%). Positivi i commenti di area governativa con il ministro dell'Economia Domenico Siniscalco che parla di "stima incoraggiante" e il ministro per le Attività produttive Adolfo Urso che vuole "dare fiato alla ripresa con una manovra finanziaria più coraggiosa". Il segnale è sicuramente positivo ma i problemi dell'Italia sono ben lontanti dall'essere superati come ricorda l'Ocse stesso con le stime di rallentamento del Pil per il terzo e quarto trimestre dell'anno rispettivamente al +0,3% e al +0,4%.
COMMENTA LA NOTIZIA