1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Ocse: Italia, controllare tasse per non compromettere la crescita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Italia ha messo a punto un “impressionante” rientro del deficit nel 2006 e nel 2007, ma ciò è stato ottenuto “al costo di un aumento del 2% del rapporto tasse/Pil che, se sostenuto, potrebbe avere conseguenze negative sulla crescita nel medio termine”. E’ quanto sostiene l’Ocse nel suo Economic Outlook, secondo cui “il rapporto fra spesa primaria e Pil si è stabilizzato nel 2006 grazie alle correzioni effettuate dopo il record raggiunto nel 2005. Comunque sono essenziali riforme per controllare la sua crescita in modo da poter aumentare il surplus primario al 5% nel 2010 così come pianificato”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACROECONOMIA

Stati Uniti: nuovo aumento sussidi disoccupazione, +3mila

Crescono ancora le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti nella settimana chiusa al 17 novembre scorso quando hanno registrato +3mila unità arrivando a quota 224mila contro le …

I DATI MACRO PIU' IMPORTANTI DI OGGI

Market mover: l’agenda macro della giornata

Il market mover di oggi è rappresentato dal parere della Commissione europea sulla legge di bilancio dell’Italia e degli altri Stati membri. Attenzione anche alle nuove stime economiche formulate dall’Ocse, …