Ocse: crisi debito eurozona è rischio principale per economia mondiale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Netto taglio delle stime di crescita da parte dell’Ocse. L’Economic Outlook pubblicato oggi dall’Ocse che sottolinea la necessità di azioni decisive per fermare la crisi del debito dell’eurozona che risulta il rischio principale per l’economia mondiale. Tagliate le previsioni sull’area euro, che nel 2011 segnerà un +1,6% rispetto al +2% stimato in precedenza. Debolezza che si materializzerà nel 2012 con un progresso flebile dello 0,2% per poi risalire a +1,6% nel 2013. le stime si basano sullo scenario di base che prevede l’adozione delle misure necessarie per evitare il verificarsi di eventi molto negativi quali default degli Stati, una forte contrazione del credito, fallimenti di banche sistemiche e un eccessivo inasprimento fiscale.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Stati Uniti: -0,1% scorte all’ingrosso marzo

Le scorte all’ingrosso statunitensi nel mese di marzo hanno segnato una contrazione mensile pari allo 0,1%. Il dato è inferiore al +0,2% precedente e sotto il +0,2% stimato dagli analisti. Le scorte al dettaglio segnano invece un incremento pari al…

MACRO

Germania: +2% a/a per inflazione ad aprile

Nella lettura preliminare di aprile l’inflazione in Germania è salita al 2% su base annua rispetto al +1,6 della passata rilevazione e al +1,9% indicato dagli analisti. Su base mensile l’inflazione è ferma rispetto al +0,2% della precedente rilevazio…