1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

OCSE: crescita globale debole nei prossimi anni, al G20 servono decisioni forti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Servono forti decisioni da parte dei leader del G20 durante il prossimo meeting di Cannes, per rimettere in carreggiata l’economia globale. Lo ha affermato il segretario generale dell’Ocse Angel Gurrìa in un outlook pubblicato tre giorni prima dell’inizio del summit delle grandi potenze mondiali. Le misure annunciate dall’Europa, ha aggiunto Gurrìa, vanno implementate subito e di forza. Le previsioni Ocse per la crescita globale non sono rosee: ci si attende infatti un Pil debole per altri due anni, mentre il ritmo di crescita dei Paesi emergenti rallenterà fino a scendere al di sotto dei livelli pre-crisi. Il Pil reale globale potrebbe essere del 3,9% nel 2011, del 3,8% nel 2012 e del 4,6% nel 2013 se non accadranno eventi imprevisti e se le economie mondiali non si impegneranno per risolvere le cose in breve tempo. Da notare che dietro la percentuale positiva si nascondono tuttavia del Pil reali negativi che si registrerebbero probabilmente nell’Eurozona, nonché la debolezza degli Stati Uniti. Anche la disoccupazione, secondo il segretario generale dell’Ocse, resterà alta nei prossimi anni soprattutto nelle cosiddette economie avanzate.