Obiettivo Europa per la Serbia (Fondionline.it) -3-

Inviato da Redazione il Lun, 30/07/2007 - 10:15
Negli ultimi anni, la maggior parte delle entrate del paese sono arrivate dai flussi di investimento esteri. L'operazione più importante è stata portata a termine dai norvegesi di Telenor con un investimento pari a 1.500 milioni di Usd. Altre operazioni rilevanti sono: l'acquisto della società farmaceutica Stada e gli investimenti realizzati da Metro Cash&Carry e dalla chimica Henkel. I flussi di investimento non hanno evitato che i conti pubblici continuassero ad essere una fonte primaria di preoccupazioni. Il budget del 2007 include un sensibile incremento della spesa pubblica che, tra le altre cose, ingloba incrementi salariali del 13,6%. L'Esecutivo punta a chiudere il 2007 con un deficit pari allo 0,6% del Pil, ma le previsioni fotografano questo ratio al 2,5%. Il debito pubblico serbo è pari al 45% del Pil. L'aumento della spesa suscita preoccupazione anche sul fronte inflazionistico. La variazione dei prezzi al consumo si è attestata al 5,1% a giugno (in netta crescita rispetto al 4,4% di maggio). Tuttavia, il tasso di inflazione è il più basso dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Nel breve termine, l''obiettivo del Governo è mantenere l'inflazione all'interno di un range compreso tra il 4% e l'8%. A cura di Fondionline.it.
COMMENTA LA NOTIZIA