1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Obbligazioni paesi emergenti: un ciclo completo (Fondionline.it)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si parla molto dei mercati azionari emergenti e ci si dimentica spesso dei progressi fatti sul fronte obbligazionario.
L’investitore che diversifica il proprio portafoglio obbligazionario destinando una quota di risparmio alle obbligazioni emesse da Governi e aziende dei paesi Emergenti, sarà senza ombra di dubbio contento dei cambiamenti intervenuti in questo segmento. Un caso interessante ed esemplificativo è fornito dai paesi latino-americani. Cominciamo dal paese più grande: il Brasile ha percorso molta strada dai giorni in cui la sua crescita era finanziata esclusivamente con il ricorso al debito estero. Le crisi del debito verificatesi negli anni Ottanta e Novanta sembrano appartenere ad un passato lontano. Le riforme finanziarie del paese hanno avuto un effetto decisivo, e le innovazioni finanziarie nel resto del mondo hanno fornito un valido supporto.
La politica fiscale del gigante latinoamericano ha beneficiato di alcuni provvedimenti, ma il sostegno fondamentale alla riduzione del suo debito estero è arrivato dall’ondata di riforme finanziarie. Grazie a queste, il governo brasiliano ha potuto vendere bond denominati in real ed usare il ricavato per rimborsare il debito in valuta estera. Il governo ha ancora alcuni debiti denominati in valute forti, ma il suo saldo pendente è talmente diminuito da essere inferiore alle riserve in valuta estera detenute dalla Banca Centrale. (Segue).