1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Obbligazioni: cosa accadrà quando la Fed alzerà i tassi? (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ ormai dato per certo che questa sera la Federal Reserve (Fed) alzerà i tassi di interesse: per l’80% degli analisti il rialzo sarà di 0,25 punti base. Una mossa che sposterà il focus sulle aspettative di manovra della Fed nel corso dell’anno e che avrà impatti anche sul mercato delle obbligazioni. “Osservando gli ultimi tre cicli di stretta monetaria della Fed, dopo un rialzo dei tassi la curva dei rendimenti si è appiattita considerevolmente, poiché le aspettative sui tassi a breve termine erano state riviste al rialzo – afferma Michael Lake, investment director, fixed income di Schroders – Dato che il mercato sta attualmente sottovalutando la portata di un rialzo, crediamo che una strategia che punti sull’appiattimento della curva dei rendimenti possa offrire opportunità attraenti per gli investitori obbligazionari attivi. In tale contesto, le obbligazioni a breve scadenza probabilmente faranno peggio di quelle di più lungo termine”. Guardando allo scenario post-rialzo, Lake sostiene che la strada verso una vera normalizzazione del contesto dei tassi potrebbe presentare più volatilità rispetto a quanto si aspettano al momento gli investitori e la Fed. La banca centrale americana punta a una serie di rialzi “da colomba”, per attuare una stretta di politica monetaria lenta e graduale. “Il mercato scommette su una Fed con un approccio persino più morbido – prosegue Lake – Tuttavia, storicamente l’istituto guidato da Janet Yellen ha poi dovuto alzare i tassi in maniera più aggressiva rispetto anche a quanto previsto al momento e, in base ai prezzi di oggi, il mercato non è posizionato per questo scenario”.