Obama e l’elicottero della discordia affossano il titolo Finmeccanica

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le parole di Barack Obama sull’elicottero presidenziale pesano come un macigno oggi in Piazza Affari sul titolo Finmeccanica, tra i peggiori con un calo del 6,45% a 10,01 euro dopo aver toccato un minimo sotto i 10 euro (9,78 euro). “L’elicottero che ho attualmente mi sembra perfettamente adeguato”, ha dichiarato ieri il presidente degli Usa rimarcando come la commessa per la nuova fornitura degli elicotteri presidenziali, il cosiddetto Marine One, sia un esempio “di una procedura irrazionale”. “Dovremo sistemare la situazione”, ha affermato il presidente degli Stati Uniti. Il Pentagono aveva assegnato l’appalto nel 2005 a un consorzio guidato da Lockeed Martin e del quale fa parte anche Agusta-Westland, società del gruppo Finmeccanica. Il contratto prevede la consegna di 28 elicotteri entro la fine del 2010. Il costo totale della commessa per gli Usa risulta quasi raddoppiato, da 6 a 11 mld di dollari. Già nelle scorse settimane si era parlato di una possibile revisione dell’offerta.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ITALIA

Confindustria stima produzione industriale a +0,6% ad aprile

Il Centro studi di Confindustria (CsC) rileva un incremento della produzione industriale italiana dello 0,6% in aprile su marzo, quando è stata stimata una variazione di -0,3% su febbraio. Sulla dinamica dell’attività – spiegano gli esperti – incide …

Enel: entra in esercizio parco eolico Lindahl

Enel, attraverso la controllata Enel Green Power North America, ha messo in esercizio il parco eolico Lindahl, il primo impianto del Gruppo nello stato americano del Nord Dakota. “Il completamento di Lindahl consolida la nostra forte crescita negli S…