1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Nuovo piano di aiuti alle banche dal governo Uk

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il governo britannico si prepara a varare un secondo pacchetto di interventi a favore della stabilità del sistema finanziario. Il Tesoro britannico comprerà ulteriori asset illiquidi presenti nei bilanci bancari e allargherà i termini delle finestre di sconto titoli. Il piano, che succede a quello già predisposto in ottobre e che aveva portato il governo ad assumere partecipazioni in quasi tutti i maggiori istituti del Paese, prevede uno stanziamento massimo di 100 miliardi di sterline. L’annuncio è giunto dal Cancelliere dello Scacchiere, Alistair Darling. La Bank of England sarà autorizzata a creare un fondo per l’acquisizione di asset per 50 miliardi di sterline tra corporate bond, commercial paper e prestiti sindacati. Gli acquisti saranno finanziati tramite l’emissione di titoli di Stato. La durata della discount window facility viene allargata da 30 giorni a un anno.


Un altro punto del piano prevede una variazione della quota detenuta dal Tesoro in Royal Bank of Scotland. L’istituto ha raggiunto un accordo con il Tesoro britannico per rimpiazzare i 5 miliardi di sterline di titoli della banca nel portafoglio dell’investitore pubblico con azioni ordinarie di nuova emissione per lo stesso valore. In un trading update rilasciato questa mattina, Royal Bank of Scotland prevede una perdita adjusted per l’anno fiscale 2008 compresa tra 7 e 8 miliardi di sterline. I risultati definitivi verranno resi noti il 26 febbraio.

 

Venerdì il governo della vicina Irlanda ha nazionalizzato la Anglo Irish Bank, istituto con depositi per circa 80 miliardi di euro. Da Dublino sono comunque state escluse  altre nazionalizzazioni. Il ministro delle Finanze ha chiarito che le banche irlandesi sono generalmente solide e sufficientemente capitalizzate.

 

(notizia aggiornata alle ore 10.40)