1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Nuovi record per l’Oro: Goldman Sachs alza le stime per i prezzi a 3,6 e 12 mesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il taglio del merito di credito statunitense spinge al rialzo l’oro. Gli interventi delle Banche centrali ed il downgrade degli Stati Uniti canalizzano gli acquisti degli operatori sul metallo giallo. Le misure della Banca centrale giapponese e di quella svizzera e la decisione di S&P di tagliare il giudizio sugli Stati Uniti stanno facendo segnare all’oro nuovi record a 1.714,5 dollari l’oncia. Oggi le quotazioni per la prima volta hanno superato quota 1.700 dollari ed in questo momento con un rialzo superiore ai 40 dollari si attestano a 1.705 dollari l’oncia.

I prezzi dell’oro spot nell’ultimo mese sono saliti del 10,6% e dall’inizio dell’anno hanno messo a segno un +20%. Decisamente positivo anche il saldo degli ultimi 12 mesi, in crescita del 41,6%. Secondo Goldman Sachs le quotazioni si attesteranno a 1.645, 1.730 e 1.860 dollari l’oncia nei prossimi 3,6 e 12 mesi (da 1.565, 1.635, 1.730$). Questa mattina il fixing londinese si è attestato a 1.709,75 dollari, dai 1.658,75 messi a segno venerdì pomeriggio.