1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Nuovi prezzi record per i metalli preziosi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il clima è quello adatto alle ondate speculative, in grado di inserirsi su fondamentali macroeconomici favorevoli e sospingere così le materie prime e ieri, in particolar modo i metalli preziosi, verso nuovi record storici e pluriennali.


L’oro ha toccato nuovi massimi avvicinando quota 960 dollari per oncia prima di arretrare in contemporanea con un ritracciamento dei prezzi del barile di petrolio. Il legame tra le quotazioni di questa commodity e l’andamento di inflazione e dollaro ne evidenziano ancora una volta la valenza di bene rifugio. La valuta statunitense rimane infatti debole e su livelli minimi nei confronti dell’euro in attesa di nuovi interventi della Federal Reserve sui tassi di interesse. Nel contempo i prezzi dell’oro nero hanno superato per la seconda volta nella storia i 100 dollari al barile, prima di ritracciare in direzione di quota 98 dollari al barile.

Il metallo giallo ha infine terminato le contrattazioni sopra quota 945 dollari dopo aver toccato un picco a 953,60.


Protagonista dei mercati delle materie prime è stato anche il platino che ha stabilito il nuovo record storico a 2.192 dollari l’oncia per poi assestarsi nei pressi di 2.170. In questo caso i movimenti di mercato sono dettati anche dalle difficoltà estrattive. Le miniere sudafricane, da cui proviene l’80% della produzione mondiale di questo metallo, utilizzato anche a livello industriale nella produzione di marmitte catalitiche, non hanno ancora completamente superato la crisi energetica che ne ha causato la chiusura per cinque giorni consecutivi. In un mercato dove l’offerta tiene con difficoltà il passo della domanda, il bilancio a un anno parla chiaro con un rialzo delle quotazioni di oltre 40 punti percentuali.


Niente record storico per il palladio ma massimi da oltre 6 anni a questa parte, a 525 dollari l’oncia mentre l’argento si è portato nei pressi di quota 18 dollari, non lontano dal record degli ultimi 27 anni a 18,03.