La nuova sfida di Google è nelle energie rinnovabili

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Google continua a diversificare la sua attività. L’ultima iniziativa lanciata dal quartier generale di Mountain View è quella di creare elettricità da fonti energetiche rinnovabili, a un costo minore rispetto all’elettricità prodotta dal carbone. Il progetto, che prende il nome di “Renewable energy cheaper than coal”, sarà incentrato inizialmente sullo sviluppo di tecnologie per la produzione e l’utilizzo di energia termo-solare, eolica e per la realizzazione di sistemi geotermici ed altre tecnologie competitive.
Al momento, il carbone è la fonte primaria di energia per molti e fornisce il 40% di elettricità del mondo. Quello che preoccupa maggiormente è che l’effetto serra causato dalle sue emissioni nell’atmosfera e per questa ragione rimane una delle più grandi sfide per l’ambiente.


Stando ai piani di Google gli investimenti dovrebbero partire sin dal 2008 con decine di milioni di dollari destinati alla ricerca e sviluppo e in progetti connessi all’utilizzo di energia rinnovabile. A parte il processo di pianificazione in atto, il gruppo fondato da Larry Page e Sergey Brin sta anticipando investimenti di centinaia di milioni di dollari in progetti innovativi per lo sviluppo di energia rinnovabile che portino a un ritorno positivo.

“Abbiamo acquisito esperienza nella costruzione di strutture a larga scala grazie alla realizzazione di un data center efficiente”. Lo ha dichiarato Larry Page, co-fondatore di Google e presidente prodotti. Il passo successivo per Page è applicare la creatività e l’innovazione, che li contraddistingue, alla sfida per la produzione di elettricità rinnovabile a livello internazionale e a costi inferiori rispetto a quella generata dal carbone.


Come dimostra il progetto lanciato da Google, la voglia di espandersi ed emergere in settori nuovi è la tendenza del momento. Sono sempre più numerosi gli imprenditori che si lanciano in nuove iniziative, diverse dal loro core business. Un azzardo spesso premiato. Nella classifica dei 25 imprenditori più potenti della Terra, stilata dalla rivista statunitense Fortune, troviamo in quarta posizione proprio i ragazzi prodigio di Mountain View, Larry Page e Sergey Brin. Quest’ultimi da tempo puntano a diversificare la loro attività in altri settori multimediali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…