1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

La nuova settimana inizia con il segno meno per Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street chiude la prima seduta dell’ottava con il segno meno, appesantita dalle tensioni in arrivo dal fronte energetico e dalle vendite che hanno colpito i tecnologici. Il Dow ha terminato in calo dello 0,66% a 12.090,03 punti, -0,83% dello S&P a 1.310,13 e -1,4% per il Nasdaq a 2.745,63. -2,71% per il Philadelphia Semiconductor Index, che paga pegno al downgrade di Wells Fargo (-0,6%) a “market weight”. -1,62% per la “top pick” Intel e, tra gli altri titoli del comparto, -2,18% per Texas Instruments, -2,49% per Analog Devices e -3,95% per ON Semiconductor. Upgrade invece di Morgan Stanley (-0,42%) su Starbucks (+1,45%) a “overweight”. Tra le altre storie del giorno, -9,82% per Ciena, penalizzata dall’outlook sui ricavi del secondo trimestre, che il management pronostica nel range 415-435 milioni (consenso a 437,3 milioni), e dalle prese di profitto, dopo che con un +38% da inizio 2011 il titolo si è portato ai massimi da 3 anni. Per quanto riguarda l’M&A, Western Digital (+15,56%) ha annunciato di avere rilevato Hitachi Global Storage Technologies, una controllata di Hitachi, per 4,3 miliardi di dollari, mentre El Paso Pipeline Partners (-3,74%) ha acquistato il 22% della Southern Natural Gas per 587 mln di dollari.