Nuova chiusura in parità per gli indici a Wall Street

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 30/08/2012 - 08:59
Ancora una seduta interlocutoria per le borse Usa. Due ore prima della chiusura la Banca centrale statunitense ha diffuso il Beige Book, il report con la copertina beige relativo lo stato di salute della prima economia. Tra i dati macro arrivati nel pomeriggio segnaliamo l'indice che misura l'andamento del Pil, la cui crescita nel secondo trimestre è stato rivista, in linea con le attese, dall'1,5 all'1,7 per cento, e quello relativo le vendite di case in corso (pending home sale) che ha registrato un +2,4% mensile (consenso +1,1%). Il Dow Jones ha terminato in parità (+0,03%) a 13.107,48 punti, +0,08% dello S&P a 1.410,49 e +0,13% del Nasdaq a 3.081,19.

A livello di singoli settori spicca il -0,49% del comparto energetico, spinto al ribasso dal calo di oltre un punto percentuale messo a segno dal Wti a 95,2 dollari il barile. Il prezzo del benchmark a stelle e strisce ha pagato pegno all'inattesa crescita delle scorte settimanali, salite la scorsa settimana di 3,78 milioni di barili. Nel comparto finanziario +1,94% per Citigroup che secondo quanto riportato dal Wall Street Journal avrebbe raggiunto un accordo da 590 milioni di dollari per chiudere la vertenza relativa i Cdo (Collateralized debt obligations) emessi dalla società. Tra le società che hanno presentato i conti, due velocità per H.J. Heinz (-2,25%), penalizzata dalle prese di beneficio dopo aver toccato il livello massimo degli ultimi 13 anni, e per Joy Global (+2,56%), in crescita nonostante il taglio dell'outlook 2012. Acquisti anche su Brown-Forman (+2,26%) che nel primo trimestre ha visto utili e fatturato crescere rispettivamente del 25 e del 4,5 per cento.
COMMENTA LA NOTIZIA