Nuova bufera su Consorte

Inviato da Redazione il Gio, 11/01/2007 - 08:42
Nuove svolte sulle indagini della scalata Unipol su Bnl.. Consorte, ex presidente Unipol, è di nuovo indagato, insieme a Ivano Sacchetti, l'uomo che è stato il suo vice, Vittorio Casale e altre nove persone. La causa non ha nulla a che fare con la scalata all'istituto di via Nazionale, ma la nuova accusa è appropiazione indebita. In questa inchiesta i pm Perla Lori, Rodolfo Cascini e Giuseppe Sabelli avrebbero deciso di contestare all'ex presidente anche l'infedeltà a Unipol. Tra Roma e Bologna a Consorte e Sacchetti sono stati sequestrati 9,5 milioni di euro. Nei mesi in cui la compagnia asicurativa preparava la scalata a Bnl, si decideva di dismettere una serie di immobili, che vennero venduti a sorpresa ad un immobiliarista romano, Vittorio Casale, "per un prezzo - affermano gli inquirente - decisamente inferiore al reale valore di mercato. Ottenendo da Casale i 9,5 milioni di euro". Per i pm non ci sono dubbi, si tratta di appropiazione indebita.
COMMENTA LA NOTIZIA