1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Nuova battuta d’arresto per il mercato auto in Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora un mese in frenata per l’industria automobilistica europea. Secondo i dati diffusi questa mattina dall’Acea, l’associazione dei costruttori di auto europeo, le immatricolazioni di nuove auto nel Vecchio continente hanno accusato una nuova battuta d’arresto, scendendo del 7,1% a novembre con 1,07 milioni di auto messe in circolazione. Più contenuta la discesa nel periodo gennaio-novembre, quando le immatricolazioni hanno accusato una contrazione del 5,7%. Si tratta dell’ottavo mese consecutivo negativo.


Un segno meno a novembre che ha interessato tutti i maggiori Paesi: giù la Germania (-6,2%), la Francia (-10,8%) e la Gran Bretagna (-11,5%). Peggio è andata all’Italia e alla Spagna che hanno registrato un ribasso a doppia cifra rispettivamente del 21,1% e del 25,5%.
La flessione maggiore nelle immatricolazioni nel mese di novembre è però quella della Grecia con un -62,6% e 6.771 modelli. Negli 11 mesi il Paese ellenico ha messo a segno una flessione del 34,6%. Di contro l’incremento maggiore è quello della Lettonia con un +213,4% a 467 modelli.

Guardando ai singoli brand, battuta d’arresto anche per le immatricolazioni targate Fiat. Le auto nuove messe in circolazione nell’area Ue27 del Lingotto a novembre sono state il 23,8% in meno rispetto a un anno fa. In discesa anche la quota di mercato, che è passata al 6,8% dall’8,3% di novembre 2009.

 

“Disponendo di una gamma di vetture ecologiche tra le più complete presenti sul mercato, è stato il marchio Fiat il più condizionato dalla mancanza di incentivi alla rottamazione nei principali mercati europei – spiegano a Mirafiori in un commento sui dati di mercato in Europa diffuso questa mattina-  Il brand ha immatricolato in novembre oltre 57 mila vetture, il 27,3% in meno rispetto al 2009 e la sua quota è del 5,2% (era del 6,6 % un anno fa)”. Nonostante questo scenario decisamente negativo, il pubblico europeo continua ad apprezzare i modelli di punta del brand Fiat, tanto che la Panda è ancora una volta l’auto più venduta del segmento A, seguita dalla 500. 
Ancora una volta il risultato di Alfa Romeo è in controtendenza, con le vendite aumentate (soprattutto grazie a Giulietta) del 25,6%.

(Notizia aggiornata alle ore 10)