Noto: "Pochi gli spazi per sorprese da deficit corrente Us"

Inviato da Redazione il Gio, 16/12/2004 - 16:17
"Lo scarso impatto avuto dal dato sul deficit delle partite correnti statunitensi è da imputare al fatto che il nuovo record del passivo si è avuto solo in conseguenza di una revisione al ribasso del dato precedente. Inoltre dei 164,7 miliardi di deficit, 155 sono relativi alla bilancia commerciale, pertanto gli spazi per eventuali sorprese erano sensibilmente ridotti". Questo il giudizio di Luca Noto, responsabile ricerca macroeconomica per Ulpia Investment Advisor, sugli effetti del nuovo record registrato dal deficit delle partite correnti Us a 164,7 miliardi di dollari. Noto ha poi espresso la propria visione sull'andamento del mercato valutario negli ultimi giorni: "Non credo che i movimenti sul mercato dei cambi siano legati ai fondamentali, anche perchè è mia opinione che non ci sia una vera e propria inversione di tendenza negli acquisti di attività statunitensi dall'estero, però sicuramente ogni comunicazione di tali dati porta a del nervosismo sul forex".
COMMENTA LA NOTIZIA