1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Norges Bank taglia i tassi e affossa il Nokkie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oslo rompe gli indugi e taglia i tassi per cercare di contrastare gli effetti negativi sulla crescita del tonfo dei prezzi del petrolio. La banca centrale norvegese oggi ha abbassato il livello dei tassi di interesse dall’1,5% all’1,25%. Il consensus Bloomberg era per un nulla di fatto. E’ il primo taglio da oltre due ani. La Norges Bank ha motivato la decisione con le più deboli prospettive di crescita per l’economia norvegese. “L’attività nel settore petrolifero sta rallentando e il forte calo del prezzo del petrolio rischia di amplificare questa tendenza”, rimarca la banca centrale di Oslo. La Norvegia è il più grande esportatore di greggio dell’Europa occidentale.

La corona norvegese è arrivata a cedere fino all’1,8 per cento contro l’euro in scia al taglio dei tassi deciso dalla Norges Bank. Il cross euro/nokkie è schizzato sopra quota 9. Da inizio anno la divisa scandinava ha ceduto oltre il 7% rispetto all’euro e viaggia sui nuovi minimi dal 2009. 

La banca centrale norvegese ha tagliato le sue previsioni per la crescita del prossimo anno e vede l’economia in espansione dell’1,5 per cento a fronte della precedente previsione di +2,25%. Le compagnie petrolifere vedono un calo del 13% degli investimenti nel prossimo anno. A inizio settimana il primo ministro norvegese, Erna Solberg, ha rimarcato che l’impatto del calo del petrolio non è stato ancora quantificato, ritenendo che nel breve termine l’impatto sull’economia norvegese “non sarà così grande” con il paese che continuerà nel percorso di crescita.