1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Non solo Le Pen, ora c’è minaccia Melenchon. Pericolo Frexit, BNP Paribas: rischio palpitazioni sui mercati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non solo Marine Le Pen. Il recente balzo del sostegno degli elettori francesi al candidato euroscettico e socialista Jean-Luc Melenchon sta alimentano l’incertezza in Francia e nell’intera Eurozona. La paura “Frexit”, ovvero di un’uscita della Francia dall’Unione europea, torna a gelare i mercati. Risultato: lo spread tra i tassi governativi francesi e tedeschi a 10 anni balza a 75 punti base, al record in sette settimane, con gli investitori sempre più nervosi per quello che sarà il risultato delle elezioni francesi. L’euro al momento recupera, ma durante la mattinata è sceso fino al minimo in un mese nei confronti del dollaro, a $1,0579.

Così commentano gli analisti di BNP Paribas, in una nota ai clienti:

“Il maggiore sostegno a favore di Melenchon ci ricorda che l’euro-scetticismo è un fenomeno diffuso in Europa molto più di quanto non si creda, e che un ballottaggio tra Melenchon e (Marine) Le Pen del Front National sicuramente provocherebbe palpitazioni sui mercati finanziari”.

Sia Le Pen che Melenchon sono favorevoli a un referendum sull’appartenza della Francia all’Unione europea. E non c’è dubbio che l’eventualità di una Frexit manda nel panico gli investitori, visto che la Francia viene considerata parte integrante sia dell’Ue che dell’Eurozona. Fino a qualche settimana fa, gli investitori si erano lasciati lo spettro Frexit alle spalle, in quanto i sondaggi davano nel primo turno delle elezioni francesi la vittoria di Le Pen e del candidato moderato Emmauel Macron (che poi si sarebbero dovuto affrontare, per l’appunto, nella sfida finale del 7 maggio che, secondo gli analisti, sarebbe stata vinta da Macron, e anche con un bel margine di vantaggio).

Ma ora le carte in tavola sono improvvisamente cambiate. Da quinto nella classifica dei sondaggi di qualche settimana fa, Melenchon ha guadagnato così tanti punti da avere ora quasi il 20% del sostegno degli elettori, e da trovarsi in un testa a testa con Francois Fillon, e quindi vicino a Le Pen e Macron.

Gli analisti di Deut5sche Bank fanno notare che 

 

(in fase di scrittura)