1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Non basta il Pil Usa oltre le attese, Milano perde un altro 2% -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul fondo del paniere principale sono scivolate anche Unipol, che ha lasciato sul parterre il 2,89% a 0,487 euro, e Italcementi, che ha perso il 4,16% a 5,53 euro. Non si sono arrestate le vendite sul comparto bancario: Intesa SanPaolo ha ceduto il 3,46% a 2,16 euro, Monte dei Paschi il 3,01% a 0,87 euro, Popolare di Milano il 2,71% a 2,777 euro, Banco Popolare il 2,16% a 3,17 euro, Ubi Banca l’1,88% a 6,80 euro, Unicredit il 2,23% a 1,624 euro. Questa mattina gli analisti del Banco Santander hanno alzato la raccomandazione su Ubi Banca, portandola a hold dal precedente underweight. Eni (-2,04% a 15,86 euro) tema caldo di Borsa. Ieri il colosso petrolifero ha lanciato una obbligazione da 1 miliardo di euro ad un rendimento del 3,56%, inferiore al corrispettivo Btp (rendimento al 3,71%). Il bond ha scadenza al 2018 e la domanda ha raggiunto i 2,3 miliardi di euro.

Sempre ieri l’Ad Paolo Scaroni ha firmato i contratti per un nuovo progetto che riguarda la produzione di olio pesante in Venezuela. Bulgari ha svettato sul Ftse Mib con un rialzo dell’1,64% a 7,45 euro. La maison romana del lusso ha siglato una partnership strategica con Hengdeli Holdings Limited, la più grande società di vendita di orologi di lusso in negozi di orologeria multimarca nella Cina Continentale. A seguito di questo accordo, Hengdeli assumerà il ruolo di distributore esclusivo degli orologi Bulgari nel canale negozi di orologeria multimarca della Cina Continentale. L’accordo, della durata di cinque anni, ha l’obiettivo di incrementare ulteriormente la visibilità degli orologi a marchio Bulgari nel mercato cinese attraverso la presenza in oltre 50 punti vendita multimarca nelle principali città della Cina Continentale, che verranno aperti progressivamente nel corso dei prossimi cinque anni.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Mercati europei contrastati. Tonfo per la belga UCB

Avvio di settimana contrastato per le borse europee: a Londra il Ftse100 ha terminato a 7.496,34 punti, +0,34%, il Dax si è fermato a 12.619,46, -0,15%, e il Cac40 a 5.322,88, -0,03%.

Acquisti sull’euro, che ha aggiornato i massimi da novembre a …

Avvio in rialzo per Wall Street

Partenza positiva per Wall Street. Nei primissimi scambi della prima seduta della settimana nella quale è in programma l’audizione al Senato dell’ex direttore dell’FBI licenziato da Donald Trump, James Comey, i principali indici aizonari statunitensi…

MERCATI

Mercati europei contrastati. Rally per Clariant, Aegon e Lafargeholcim

Borse europee contrastate nel giorno in cui l’Eurogruppo che dovrebbe ratificare l’accordo sulla nuova tranche di aiuti alla Grecia. A Londra il Ftse100 sale di mezzo punto percentuale, il Cac40 quota in sostanziale parità mentre Dax e Ibex segnano u…