1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Nomura: il mercato azionario ha ancora benzina per correre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rally alle corde? Non secondo Nomura. Ultimamente sono emerse alcune ipotesi discordanti in merito alla possibilità di assistere a una correzione dell’andamento positivo che ha caratterizzato gli indici azionari europei da inizio anno ad oggi. Ipotesi smentita dagli analisti di Nomura, che nel loro Strategy Weekly europeo vedono la battuta d’arresto dell’ultime settimane come una semplice pausa di assestamento. I prezzi attuali, secondo gli esperti della banca d’affari giapponese non terrebbero ancora conto del miglioramento dei fondamentali. La soluzione che sembra essere finalmente raggiunta sul fronte greco ha aperto le porte verso un miglioramento congiunturale dell’Eurozona eliminando il rischio concreto che la crisi del debito possa contagiare gli altri paesi. Tale evoluzione, fanno notare gli analisti, ha avuto maggiori ripercussioni sull’obbligazionario e sul mondo corporate, mentre si è riflesso solo in parte sull’azionario, dove continuano ad essere presenti ulteriori spazi di crescita.

Un altro indizio positivo nella visione di Nomura arriva dai dividend yields azionari che mediamente nell’area Euro si attestano a 80 punti base sopra rispetto ai rendimenti dei titoli di stato. Parallelamente il forte calo della volatilità implicita, che ha riportato l’indice Vix su valori che non si vedevano da luglio 2011, ha fornito un contributo effettivo al miglioramento del sentiment degli investitori che si sono riaffacciati sulle cosiddette high risk stocks. In tal senso, il processo ciclico di rotazione da titoli azionari propriamente difensivi a quelli ad alto rischio potrebbe continuare, soprattutto se l’andamento del cosiddetto “indice della paura” dovesse confermare il trend ribassista che ne ha caratterizzato l’andamento degli ultimi mesi.

Sui principali panieri di titoli europei, gli analisti indicano il target per fine anno dell’EuroStoxx 50 dagli attuali 2.460 punti a 2.850 punti, mentre per il Ftse Mib il target si posiziona all’8,5% al di sopra rispetto ai valori attuali di Borsa, con obiettivo individuato a 17.800 punti. Nella nota sulla strategia europea Nomura segnala anche le azioni italiane consigliate nel loro European recommended portfolio. Tra gli energetici spiccano Eni e Saipem, tra i tecnologici StMicroelectronics, mentre nel comparto bancario si evidenzia Unicredit.