1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Nomisma: continua la fase negativa del mattone, ripresa attesa dal 2011

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le notizie positive sul settore immobiliare continuano a latitare. Anche nel primo semestre 2009 è proseguita la tendenza negativa in atto nel settore immobiliare. Anzi, il quadro è peggiorato rispetto agli ultimi mesi dell’anno precedente. Lo confermano i dati del rapporto dell’osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma, presentato oggi a Bologna. Con riferimento ai prezzi, si tratta del secondo semestre consecutivo in cui i valori stanno volgendo verso il basso. In particolare, nel primo semestre i prezzi delle abitazioni hanno registrato una contrazione del 2,5%, dopo la riduzione pari all’1% della fine del 2008. Ma la situazione è destinata a migliorare in maniera graduale. Dallo studio emerge che dopo un 2009 ancora improntato alla flessione del mercato, sia in relazione alle quantità scambiate sia ai valori di compravendita, nel 2010 si dovrebbe registrare un miglioramento rispetto alla situazione attuale, ma con valori e contratti ancora in tendenziale calo. Dal 2011 l’intero settore immobiliare potrà tornare a crescere. E mentre lo scenario economico e finanziario rimane incerto, torna ad accendersi l’interesse potenziale per il mattone, da sempre considerato uno dei principali “beni rifugio”. “La percentuale di famiglie interessata ad acquistare un’abitazione nel prossimo biennio è pari al 14,6% (si tratta di circa 3,5 milioni di famiglie) – si legge nella nota diffusa da Nomisma -, una cifra consistente se si considera che nell’ultimo anno sono state stipulate poco meno di 700 mila compravendite”.

  1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Nomisma: continua la fase negativa del mattone, ripresa attesa dal 2011

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le notizie positive sul settore immobiliare continuano a latitare. Anche nel primo semestre 2009 è proseguita la tendenza negativa in atto nel settore immobiliare. Anzi, il quadro è peggiorato rispetto agli ultimi mesi dell’anno precedente. Lo confermano i dati del rapporto dell’osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma, presentato oggi a Bologna. Con riferimento ai prezzi, si tratta del secondo semestre consecutivo in cui i valori stanno volgendo verso il basso. In particolare, nel primo semestre i prezzi delle abitazioni hanno registrato una contrazione del 2,5%, dopo la riduzione pari all’1% della fine del 2008. Ma la situazione è destinata a migliorare in maniera graduale. Dallo studio emerge che dopo un 2009 ancora improntato alla flessione del mercato, sia in relazione alle quantità scambiate sia ai valori di compravendita, nel 2010 si dovrebbe registrare un miglioramento rispetto alla situazione attuale, ma con valori e contratti ancora in tendenziale calo. Dal 2011 l’intero settore immobiliare potrà tornare a crescere. E mentre lo scenario economico e finanziario rimane incerto, torna ad accendersi l’interesse potenziale per il mattone, da sempre considerato uno dei principali “beni rifugio”. “La percentuale di famiglie interessata ad acquistare un’abitazione nel prossimo biennio è pari al 14,6% (si tratta di circa 3,5 milioni di famiglie) – si legge nella nota diffusa da Nomisma -, una cifra consistente se si considera che nell’ultimo anno sono state stipulate poco meno di 700 mila compravendite”.