1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Niente soci russi per Mediaset, Finivest sgombra il campo dalla speculazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La calata russa in Mediaset è una cosa che non esiste. Da Finivest smentiscono in maniera categorica l’ipotesi dell’arrivo nella compagine azionaria del gruppo televisivo controllato dal premier Silvio Berlusconi di nuovi investitori con il passaporto russo. Uno scenario che ha preso quota in concomitanza con la visita del premier italiano in Russia, a San Pietroburgo, per festeggiare il compleanno dell’amico Vladimir Putin.


E’ stato il Corriere della Sera stamattina a rilanciare la notizia già riportata nei giorni scorsi da Il Riformista, secondo cui Berlusconi starebbe cercando nuovi soci per Mediaset, cui cedere parte delle sue azioni e ha ipotizzato l’entrata di soci russi. Secondo quanto ricostruito dal quotidiano di Via Solferino i negoziati sull’asse Cologno Monzese-Mosca non sarebbero nati ieri: sarebbero stati tessuti da oltre un anno e finalizzati a rafforzare il gruppo italiano in vista di futuri investimenti, tenuto conto delle pendenze della holding Fininvest e dei problemi di indebitamento di Endemol.

Su quest’ultima sarebbero poi in corso i contatti tra Goldman Sachs, che è azionista di Endemol, ed i finanziatori per lo studio della ristrutturazione del debito da 2,3 miliardi di euro, in vista del possibile superamento dei covenants previsti per il primo trimestre 2011. Ma Fininvest ha fatto cadere il castello di carte. L’ipotesi dell’ingresso dei russi in Mediaset non scaldava in realtà neanche alcuni analisti interpellati da Finanza.com.


Per gli esperti di mercato non esiste la necessità per il gruppo di Cologno Monzese di far entrare nuovi soci per un piano di nuovi investimenti, come indicato dal Corriere, a meno di acquisizioni oggi non prevedibili. Gli analisti di Banca Akros, che su Mediaset hanno confermato il giudizio buy con target a 6,80 euro, hanno definito l’ipotesi dell’ingresso dei nuovi soci russi uno scenario improbabile, che avrebbe comunque avuto un impatto limitato, dato che non avrebbe comportato un cambiamento di controllo imminente. Il titolo Mediaset segna in questo momento +1,29% a 1,105 euro.