1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Niente di nuovo sul fronte Telecom Italia

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nessuna novità sul fronte Telecom Italia. Il primo gestore di telefonia italiana dopo aver archiviato ieri, a Piazza Affari, una seduta fiacca (-1,22% a 2,357 euro per azione) stamattina, nei primi minuti di contratattazioni, ha ripreso un pò della sua verve: il titolo della tlc del Belpaese guadagna lo 0,98%, scambiando a 2,38 euro per azione.

Il segno meno messo a segno nella giornata di ieri è da imputare soprattutto alla mappa Consob dei soci rilevanti di Telecom Italia che aveva placato l’entusiasmo degli investitori. Nel documento presentato dagli uomini di Lamberto Cardia è emerso, infatti, che non è in atto nessuna scalata ostile al gruppo della telefonia. Le carte in tavola al momento non state rimescolate: Mediobanca ha comunicato di possedere l’1,54%, Olimpia il 17,991%, Hopa al 3,721% e Generali al 4,060%. Niente di nuovo, quindi, all’orizzonte.

 

Ma le domande e i dubbi rimangono ancora, soprattutto tra Pirelli e la cordata AT&T-America Movil, sul ruolo e circa le prossime mosse della spagnola Telefonica e infine, anche su quanto peso avranno le italiane Intesa Sanpaolo e Mediobanca che nella giornata di ieri hanno confermato di avere in corso contatti con potenziali interessati alla quota di Pirelli in Olimpia. Molti vorrebbero prendere parte alla gare per mettere le mani su Telecom Italia ma il problema, al momento, resta come entrare nella partita.

Intanto, i soci Telecom, tra cui Pirelli, Benetton, Mediobanca e Generali si riuniscono per fare il punto della situazione. È prevista, infatti, per questo pomeriggio la riunione del patto di consultazione sul gruppo telefonico, in vista dell’assemblea in programma lunedì 16 aprile.
Un confronto importante perché è il primo ufficiale con Marco Tronchetti Provera, Renato Pagliaro e Giovanni Perissinotto, dopo la dipartita, una settimana fa, dell’ex presidente Guido Rossi, e dopo lo strappo tra i grandi azionisti di Telecom sulla lista dei candidati al nuovo consiglio di amministrazione.
Un meeting importante durante il quale verranno fissati i punti cardine per decidere come votare in assemblea. In seguito a quanto deciso lo scorso novembre tra Olimpia, Mediobanca e Generali gli accordi prevedono che qualora il voto del direttivo del patto non fosse unanime i soci hanno la facoltà di esprimere il loro voto in modo libero. Salvo sorprese dell’ultimo momento, si attende, comunque, un voto unanime nella lista di Olimpia, in cui sono presenti sia l’amministratore delegato Giovanni Perissinotto sia il condirettore generale di Mediobanca Renato Pagliaro.

 

(Aggiornamento alle 09.15)