Nickel: nuovo record storico, il Lme corre ai ripari

Inviato da Jacopo Dettoni il Gio, 17/08/2006 - 09:19
Sta diventando di ora in ora più incandescente il mercato del Nickel. Il metallo ha toccato ieri sul Lme il nuovo massimo storico - il contratto spot è volato fino a quota 33.300 dollari la tonnellata - obbligando le autorità di mercato a intervenire per limitare il rischio di default delle posizioni in essere. A sostenere le quotazioni la scarsità dell'offerta, con le disponibilità globali ormai incapaci di far fronte all'intera domanda giornaliera. Il Lme ha così deciso di alleviare il peso delle posizioni "short", permettendo agli operatori di deferire di qualche giorno l'esecuzione del contratto. Nonostante la posizione ufficiale escluda l'ipotesi che simili misure siano state prese per far fronte a situazioni già precarie, secondo un analista di Ubs "i titolari di shorts si trovano intrappolati nei loro contratti e stanno disperatamente cercando di coprire le loro posizioni".


COMMENTA LA NOTIZIA