1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Netflix macina nuovi abbonati, titolo ruggisce. Goldman Sachs alza mirino a 480$

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna a sorprendere in positivo Netflix che nel terzo trimestre del 2018 ha visto aumentare l’utile per azione dai 29 centesimi dello scorso anno a 89 centesimi di dollaro ora, mentre i ricavi sono cresciuti del 34% a 4 miliardi di dollari, in linea con le attese degli analisti con il fatturato streaming internazionale in aumento del 49% a 1,97 miliardi e con le vendite domestiche in crescita del 25% a 1,94 miliardi.

Netflix: cresce numero abbonati

Ma è su un altro punto che il gruppo di video in streaming ha fatto venire meno i timori di un rallentamento che erano sorti con la trimestrale precedente e riguarda l’aumento degli abbonati superiore alle stime. Tra luglio e settembre, Netflix ha conquistato 5,87 milioni di abbonati in più a livello internazionale e 1,09 milioni negli USA per un totale di quasi 7 milioni di iscritti in più,  superiore del 40% circa alle attese dell’azienda, che ora conta 137,10 milioni di iscritti complessivi (58,46 negli Usa e 78,64 milioni all’estero). Inoltre negli ultimi tre mesi del 2018, Netflix conta di attrarre 9,40 milioni di persone nuove, una cifra decisamente migliore delle previsioni del mercato ferme a 7,6 milioni di abbonati totali in più e del 13% superiore a quelli conquistati alla fine del 2017.

“C’è così tanta crescita nel settore dell’intrattenimento video in streaming, che ci concentreremo su questo per molto tempo”, ha detto l’amministratore delegato Reed Hastings.

Cosa ne pensano gli analisti

Da qui Wall Street si mostra ottimista  sulle prospettive di crescita di Netflix. Molti analisti hanno migliorato i loro target price, tra cui Goldman Sachs che ha dichiarato che le azioni dovrebbero continuare a sovraperformare. “Dato che gli iscritti a Netflix continuano a superare le aspettative e si avvicinano a un punto di flessione della redditività in contanti, riteniamo che le azioni di Netflix continueranno a sovraperformare significativamente” così Heath P. Terry di Goldman Sachs che ha deciso per un rating buy sul titolo Netflix ha alzato il target price da 430 a $ 480, il più alto tra gli analisti interpellati da Bloomberg.

KeyBanc Capital Markets è meno ottimista rilevando che l’espansione del margine e l’efficienza degli investimenti non superano le aspettative. “Netflix ha superato facilmente i suoi stessi spauracchi con l’aumento degli abbonati del terzo trimestre e le previsioni del quarto trimestre ben più avanti delle stime. Le spese complessive legate alla tecnologia sono risultate sostanzialmente inferiori rispetto a quanto previsto, e le spese di marketing sono state inferiori di $ 35,6 milioni alle nostre stime” così David W. Miller  di KeyBanc Capital Markets che ha tagliato il suo target price che era stato il più alto su Wall Street da $ 494 a $ 464 dollari.