1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Netflix inciampa a Wall Street, crescita abbonati rallenta complice aumento prezzi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Gli abbonati di Netflix crescono meno del previsto e anche le prospettive non impattano con le attese di mercato facendo sprofondare il titolo a Wall Street. Doccia fredda dall’ultima trimestrale del colosso della tv via streaming che ha pagato l’effetto boomerang della decisione di aumentare i prezzi che ha portato a un rallentamento della crescita degli abbonati al ritmo più basso degli ultimi tre anni. Il recente aumento dei prezzi ha comportato anche un aumento delle cancellazioni. 

Nell’after-hours il titolo Netflix è arrivato a cedere il 17% a 81,84 dollari.  

Nel secondo trimestre dell’anno Netflix ha visto i propri abbonati al servizio di streaming salire di 1,68 milioni di unità, di cui 1,52 milioni fuori dagli Stati Uniti e 160 mila negli Stati Uniti. Le proiezioni di aprile indicavano una crescita degli abbonati fuori dagli Usa pari a 2 milioni. Il totale degli abbonati ha raggiunto a fine giugno quota 83,2 milioni con l’obiettivo di superare quota 100 milioni di abbonati nel 2017. 

Indicazioni deludenti anche per quanto riguarda la guidance del trimestre in corso. Per il terzo trimestre Netflix prevede di conquistare 2,3 milioni di nuovi abbonati complessivi, di cui 2 milioni fuori dagli Usa. Gli analisti si aspettavano un dato oltre i 2,5 milioni. L’utile per azione è atteso a 0,05 dollari nel trimestre dagli 0,07 di un anno fa. Confermato l’intento di avvicinarsi al break even quest’anno.