1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Nel rebus France Telecom arriva la nomina di Stephane Richard

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Svolta nella bufera politica che ha travolto France Telecom. Il gruppo telefonico ha silurato il vice amministratore delegato, Louis-Pierre Wenes e nominato al suo posto Stephane Richard, tra i principali consiglieri economici del ministro dell’Economia, Christine Lagarde. Richard, arrivato in azienda il primo settembre, assume l’incarico di deputy ceo con la responsabilità delle attività in Francia.


Colpisce il tempismo, con cui è stata ufficializzata questa soluzione. La decisione arriva, infatti, dopo 24 suicidi avvenuti in meno di un anno e mezzo, l’ultimo dei quali il 28 settembre e dopo che nei giorni scorsi l’ad, Lombard, pressato dal governo e dai sindacati, aveva congelato il piano che prevedeva lo spostamento dei manager ogni tre anni.

In quell’occasione i sindacati avevano definito inadeguato il provvedimento e avevano chiesto la testa dello stesso Lombard. Per sedare la bagarre era intervenuto anche Lagarde: aveva espresso fiducia al presidente e ad di France Telecom, che aveva reso il ministro partecipe dei rafforzamenti del piano per rispondere all’emergenza dei recenti suicidi.


Dietro le quinte la macchina organizzativa del gruppo si era già messa in moto: come rivelato da un comunicato della stessa France Telecom, Wenes, responsabile operativo in Francia, aveva, infatti, chiesto a Lombard di essere sostituito. Una ricostruzione che non convince però i ben informati. Secondo il quotidiano Le Figaro, che cita la grande esperienza di Richard nel trattare con i sindacati, la sua è una nomina dal sapore “politico”, che appare “come una risposta concreta dell’Eliseo” alle polemiche scatenate dalla gestione del personale di France Telecom.


Capo di gabinetto della Lagarde fra il giugno 2007 e il giugno 2009, Richard è stato responsabile dei trasporti della società di servizi per l’ambiente Veolia, e uno degli architetti della privatizzazione della società francese per il trasporto marittimo Sncm. Incarichi importanti che proiettavano Richard come il più papabile tra i successori indicati per la poltrona di Lombard, nel 2011. Evidentemente il momento della ribalta è arrivato prima.