1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Né Clinton né Trump: americani scettici sui due candidati alla presidenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
La corsa alla presidenza degli Stati Uniti rischia di risolversi in una scelta tra chi, Clinton o Trump, è meno peggio dell’altro. È quanto emerso da un sondaggio del Pew Research Center

Costretti a scegliere tra “ciò che passa il convento”, i cittadini americani non mostrano troppo entusiasmo per i due candidati presidenziali: Hillary Clinton e Donald Trump. Tanto che la maggioranza dei partecipanti al sondaggio condotto dal Pew Research Center tra il 9 e il 16 agosto pensa che tra l’uno o l’altra non c’è molta differenza: in entrambi casi si tratterà di un presidente mediocre o, peggio, terribile. 
La Clinton se la cava solo leggermente meglio dell’avversario: 12% mediocre e 33% terribile contro rispettivamente 12% e 43% per Trump. Il 20% degli intervistati pensa invece che Hillary Clinton sarà un buon presidente (il 18% lo pensa di Trump) e l’11% che sarà un grande presidente (9% per Trump).

Gaffe che possono far male alla nazione

Tra i due candidati alla presidenza degli Stati Uniti il campione di gaffe è sicuramente Donald Trump, che siano esse volute o meno. Finché si tratta di campagna elettorale passi ma all’interno dello Studio ovale una decisione sbagliata o una parola fuori luogo possono diventare un caso spinoso. Il 55% degli intervistati pensa, a tal proposito, che Trump possa fare un serio errore in grado di danneggiare il paese. Il 44% pensa lo stesso della Clinton. 

Ottimisti e pessimisti

Potrebbe essere una distorsione dovuta al fatto che chi governa tende a vedere tutto più rosa e chi no tende a borbottare su ogni cosa ma i pessimisti tra gli americani si contano di più nelle fila di Donald Trump che di Hillary Clinton. Il 59% dei sostenitori di quest’ultima pensano che la loro vita sia migliorata rispetto a 50 fa contro un misero 11% tra chi parteggia per Trump. Non solo, ma mentre il 38% dei sostenitori della Clinton pensa che il futuro delle prossime generazioni di americani sarà migliore, nel fronte opposto pensa lo stesso solo l’11% degli intervistati. Per contro l’81% dei sostenitori di Trump pensa che la vita sia peggiorata negli ultimi 50 anni e il 68% pensa che peggiorerà ancora contro, rispettivamente il 19% e il 30% dei potenziali elettori della Clinton. 

Clinton in leggero vantaggio su Trump

Hillary Clinton mantiene un leggero vantaggio su Trump. Se si votasse oggi sarebbe scelta dal 41% degli intervistati mentre il 37% sceglierebbe il suo avversario.  

Quali sono i problemi più importanti da risolvere secondo i sostenitori di Clinton e Trump

I problemi più importanti da risolvere