Natale: Cia, per imbadire le tavole gli italiani spenderanno 5,8 mld

Inviato da Micaela Osella il Gio, 30/11/2006 - 10:23
Non sarà certo un Natale opulento, ma neanche austero. Non ci saranno, però, spese folli, almeno sotto l'aspetto alimentare. Poco, anzi pochissimo, salmone, champagne, ostriche, caviale e frutta esotica. A vincere sarà ancora una volta la tradizione. Per le prossime feste di fine anno gli italiani, per imbandire le loro tavole, spenderanno oltre 5,8 miliardi di euro, l'1,2 per cento in più rispetto allo scorso anno. E' quanto stimato dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori attraverso un'indagine condotta sull'intero territorio nazionale che fa riferimento ai mercati agroalimentari e ai dati relativi al commercio estero. Da tali stime si ricava che -sottolinea la Cia- gli italiani, nonostante la difficile situazione economica e i prezzi in crescita, non tireranno affatto la cinghia. A Natale e Capodanno si consumerà nella tradizione e soprattutto "made in Italy". Come al solito, a trionfare sulle nostre tavole saranno carni, pesce, insaccati, vino e spumanti. Specialmente per questi ultimi si prevede una vendita di oltre 80 milioni di bottiglie, rigorosamente italiane, con Asti e Prosecco in testa. Infatti, su 100 bottiglie vendute, più del 90 per cento saranno di produzione nazionale. Il resto sarà in prevalenza champagne francese.
COMMENTA LA NOTIZIA