Nasce Compagnia aerea italiana, cabina Alitalia sempre più affollata

Inviato da Redazione il Mer, 27/08/2008 - 09:01
E' stata costituita la "Compagnia aerea italiana", la società che acquisirà parte (le attività operative) di Alitalia e l'Air One. 16 i soci che hanno sottoscritto quote paritetiche e simboliche, da poche migliaia di euro, della Srl, che comunque non oscurerà Alitalia, la cui denominazione verrà mantenuta. Ai 10 già emersi ieri si sono aggiunti Marcegaglia, Bellavista Caltagirone (Acqua Marcia), Gruppo Gavio, Davide Maccagnani, Tronchetti Provera e la stessa Intesa-Sanpaolo, advisor della privatizzazione.

E proprio i vertici di Intesa, stando alla stampa quotidiana, saranno oggi a Parigi per presentare il piano ad Air France-Klm, che secondo alcuni osservatori potrebbe essere interessata ad acquistare almeno una quota minima della nuova Alitalia nel tentativo di mantenere la compagnia nel raggio d'azione dell'alleanza Skyteam. Il tutto avverrebbe in vista di un cda della compagnia transalpina fissato per domani e ufficialmente convocato per mettere a punto un'offerta per Austrian Airlines.

In via di definizione anche i nodi rappresentati dagli esuberi e dalle altre condizioni imposte dal piano messo a punto da Intesa. Ieri c'è già stato un vertice tra il  sottosegretario Gianni Letta, il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola e il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli. Dal vertice, secondo i quotidiani, sarebbe uscita una prima apertura alla revisione della Legge Marzano che potrebbe consentire la cessione di rami d'azienda ed esuberi in tempi più rapidi rispetto a quelli usuali. In particolare gli esuberi sarebbero destinati a convergere verso Poste, Agenzie delle Entrate e Catasto.

COMMENTA LA NOTIZIA