Napolitano: è il momento delle scelte

Inviato da Redazione il Mar, 25/10/2011 - 13:53

"Dobbiamo compiere tutte le scelte necessarie per ridurre il rischio a cui sono esposti nei mercati finanziari i titoli del nostro debito pubblico, rendere più credibile il nostro impegno ad abbattere tale debito e a rilanciare la crescita economica". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in una dichiarazione in vista del Consiglio d'Europa di domani. "Per l'Italia - ha detto ancora Napolitano - è il momento di definire, in materia di sviluppo e di riforme strutturali, le "nuove decisioni di grande importanza" annunciate ieri nella dichiarazione ufficiale del Presidente del Consiglio".

Il Quirinale si è espresso anche sulle recenti manifestazioni di scarsa fiducia negli impegni assunti dall'Italia da parte di leader stranieri (il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy), definendole "inopportune e sgradevoli espressioni pubbliche".

Napolitano ha chiarito che tali manifestazioni "non possono farci perdere di vista la sostanza delle questioni e delle sfide che abbiamo davanti", aggiungendo che parlando domani al Collegio d'Europa di Bruges, ribadirà "il convinto attaccamento dell'Italia alla storica conquista dell'Euro e alla causa dell'unità europea". E proprio l'adesione alla causa dell'Euro è, secondo Napolitano, il punto di riferimento per il nostro paese di fronte alla crisi che colpisce l'intero continente.

"Nessuno minaccia l'indipendenza del nostro paese o è in grado di avanzare pretese da commissario - ha spiegato Napolitano - ma da 60 anni abbiamo scelto - secondo l'articolo 11 della Costituzione e traendone grandissimi benefici - di accettare limitazioni alla nostra sovranità, in condizioni di parità con gli altri Stati: e lo abbiamo fatto per costruire un'Europa unita, delegando le istituzioni della Comunità e quindi dell'Unione a parlare a nome dei governi e dei popoli europei".

COMMENTA LA NOTIZIA