1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Msn, Google e Yahoo lanciano la sfida alle telecom

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le nuove tecnologie stanno permettendo l’ingresso nel mercato della telefonia di internet companies potenti del calibro di Microsoft, Yahoo. Aol e Google. L’irruzione di questi giganti rappresenta una minaccia per gli operatori tradizionali, che individuano nei nuovi servizi ( possibilità di effettuare chiamate locali, nazionali e internazionali) una seria minaccia per i propri introiti. La tecnologia in questione è conosciuta con il nomi di VoIP. Secondo un report curato dagli esperti dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), la crescente popolarità di questo servizio potrebbe mettere in pericolo le vendite degli operatori della telefonia fissa- specialmente nel campo delle comunicazioni internazionali- e rappresenterebbe una sfida per le società attive nella telefonia mobile. Gli analisti dell’Ocse suggeriscono alle aziende che si occupano di telefonia mobile di cambiare la propria politica commerciale, sostituendo le carte pre- pagate con contratti a lunga scadenza.

Msn ( della Microsoft), Yahoo, Aol e Google stanno premendo sull’acceleratore per fare il loro ingresso nel ricco business della telefonia. Il servizio di messaggeria istantanea di Msn è stato rinforzato con l’acquisto della Teleo, società specializzata in VoIP, Google ha annunciato l’inizio di questa attività, e Yahoo ha acquisito Dialpad. Il modello base seguito dai giganti di internet consiste nella possibilità di installare ( gratuitamente) un software che permette la comunicazione tra due o più persone che utilizzino lo stesso software. Un microfono e un altoparlante fanno il resto. I progressi compiuti dalla tecnologia stanno migliorando la qualità delle comunicazione nel mondo: il sistema non discrimina l’ubicazione e il costo è zero per qualsiasi chiamata. L’esempio per eccellenza di questo schema di business è dato dalla lussemburghese Skype, fondata due anni fa dagli ideatori del portale Kazaa, che può contare su 51 milioni di clienti iscritti.

La telefonia rappresenta un filone d’oro per i portali che hanno individuato un nuovo modo per aumentare la massa critica necessaria a far lievitare gli introiti pubblicitari. Inoltre -una volta coinvolti- ai nuovi clienti possono essere proposti nuovi servizi a pagamento. I conglomerati non hanno scartato l’ipotesi di poter offrire la possibilità di effettuare chiamate verso telefoni fissi o mobili (e in questo caso il servizio sarebbe sicuramente a pagamento). I responsabili dei portali che offrono i nuovi servizi, sostengono che le possibilità offerte da internet permetteranno di abbattere il costo della bolletta telefonica del 60%- 80%. I 170 milioni di utenti di Msn Messenger e i 67,7 milioni di Yahoo in tutto il mondo, stanno rendendo popolare il ricorso alla telefonia IP.

A differenza dell’Ocse, la società di consulenza statunitense Idc sostiene che il cambiamento in atto può costituire un’opportunità interessante per le telecom. Le telecom companies potrebbero approfittare del successo dei nuovi canali per lanciare prodotti caratterizzati da un più elevato valore aggiunto (come i contenuti audiovisivi). Gli operatori della telefonia mobile stanno lavorando alacremente per cercare di limitare l’impatto del VoIP sul business della comunicazione ‘voce’. La maggior parte degli esperti concordano sui tempi lunghi richiesti dal decollo della VoIP. La visione più ottimista è quella delineata dalla Forrester Research, che prevede che nel 2010 le chiamate effettuate via internet saranno il 45% delle telefonate fisse e il 100% nel 2020 ( che significherebbe una crescita più veloce di quella che ha caratterizzato la diffusione di internet). La società di consulenza Usa eMarketer calcola che nel 2005 il servizio apporterà all’industria 7.350 milioni di dollari e nel 2007 si supereranno i 16.000. A cura di www.fondionline.it