Mps, la violazione dei supporti di breve posti a 0,255 apre nuovi scenari short

Inviato da Riccardo Designori il Gio, 19/04/2012 - 15:22
La flessione odierna rischia di compromettere ulteriormente il già deficitario quadro tecnico di Mps. Se l'engulfing bullish lasciato in eredità dalle sedute del 16 e 17 aprile sembrava aver posto le basi per un prossimo rimbalzo tecnico del titolo, le perdite maturate dall'azione ieri e oggi hanno invece fatto venir meno questo sentiment e provocato un peggioramento dell'impostazione tecnica. La discesa intrapresa dopo le 13 ha infatti fatto scivolare i corsi di Mps sotto i supporti statici di breve posti a 0,255 euro. La conseguenza diretta potrebbe essere duplice: da un lato aumenterebbe la pressione dei venditori, dall'alto salterebbero gli stop dei compratori. Partendo da questo presupposto, l'azione potrebbe così spingersi verso i minimi storici toccati lo scorso 10 gennaio a 0,19 euro. Un eventuale cedimento anche di questo livello verrebbe favorito dalla voglia di completare il pull back profondo della trendline discendente tracciata con i massimi del 13 ottobre e del 7 dicembre bypassata al rialzo in occasione dell'allungo maturato il 24 gennaio. Volendo sfruttare l'attuale fase di debolezza del titolo, chi volesse implementare una strategia short potrebbe valutare di posizionarsi in vendita a 0,254 euro. Con stop che scatterebbe a 0,265 euro, il primo target intermedio sarebbe a 0,23 euro e il secondo a 0,205 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA