1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps riporta Antonveneta in Italia, analisti dubbiosi sulla convenienza dell’operazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna in mani italiane un pezzo della storia bancaria del nord est. Monte dei Paschi di Siena ha infatti annunciato di aver raggiunto un accordo con il Banco Santander per l’acquisto di Banca Antonveneta per 9 miliardi di euro.


 

Antonveneta è uno degli asset di Abn Amro che erano stati attribuiti al Santander dopo la recente acquisizione dell’istituto olandese da parte del consorzio formato oltre che dalla banca spagnola, da Royal Bank of Scotland e Fortis.


 


L’operazione è comunque soggetta all’approvazione delle autorità regolamentari. Resta fuori dal perimetro dell’operazione Interbanca, la divisione che opera come banca corporate e delle imprese.


 


Il titolo Monte dei Paschi era stato sospeso attorno alle 14.00 in attesa di una nota, quando il titolo segnava un calo dell’1,3% a 4,18 euro, e non è ancora rientrato in contrattazione. Da inizio anno il titolo Mps ha ceduto circa 15 punti percentuali. In deciso rialzo invece le azioni del Banco Santander, che dopo una mattinata in territorio negativo, immediatamente dopo l’annuncio sono schizzate verso l’alto. Il titolo segna attualmente un progresso del 3,7% a 14,97 euro. Gli acquisti sul titolo della banca spagnola confermano un primo parere raccolto sul mercato da Finanza.com, secondo cui l’acquisto da parte della banca senese sarebbe avvenuto a un prezzo troppo elevato.  

 

Al Santander restano dunque le attività sudamericane di Abn. La banca potrà inoltre rientrare in parte dei finanziamenti accesi per partecipare all’Opa sulla banca olandese. Si tratta di un deal “decisamente positivo” per Santander, dice un altro operatore, perchè la banca “rimane con il Brasile, che è alla fine la parte più bella di Abn”. Per lo stesso operatore “sarà importante vedere come Mps pagherà l’acquisizione”. Su 9 miliardi complessivi, spiega, “1 miliardo è il cash che secondo i calcoli potrebbe avere a disposizione”.


 


Monte Paschi era stata fino ad oggi l’unica grande banca italiana non coinvolta nei processi di aggregazione bancaria avvenuti nel Paese. In settembre l’istituto aveva comunque manifestato interesse per i 198 sportelli ceduti da Intesa Sanpaolo.

 

Mps ha sul territorio nazionale 1939 sportelli e oltre 25mila dipendenti. Antonveneta vanta invece 1009 sportelli localizzati soprattutto nel nord-est del Paese e poco meno di 10 mila dipendenti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CORPORATE GOVERNANCE

CDP: Salvatore Sardo nuovo Chief Operating Officer

Cassa Depositi e Prestiti comunica che da oggi la carica di Chief Operating Officer di Gruppo verrà ricoperta da Salvatore Sardo. Il nuovo COO manterrà anche gli attuali incarichi di …

ITALIA

YNAP: Alibaba torna a spingere il titolo

Seduta all’insegna degli acquisti per il titolo Yoox Net-a-Porter, in rialzo del 5,27% a 31,78 euro. Il titolo, già sospeso per eccesso di rialzo, capitalizza le indiscrezioni relative un possibile …