Mps, partita l’assemblea dei soci: presenti Mef e Axa, non c’è quorum per straordinaria

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A Siena non ci sono i numeri per procedere con l’assemblea straordinaria. Il presidente dell’istituto Alessandro Falciai ha ricordato che con il solo 16,3% del capitale presente non vi sarebbero i numeri per procedere alle discussioni in sede straordinaria (sarebbe necessario almeno il 20% del capitale, ndr).

Sono presenti a Rocca Salimbeni gli azionisti rilevanti fra cui il Mef con il 4,02% e il gruppo assicurativo Axa con il 3,17%. In sede straordinaria si sarebbe dovuto discutere sull’approvazione della riduzione del capitale per la perdita del 2016. La riduzione del capitale per perdite riguarda una perdita residua di 2,32 miliardi dopo che a novembre una precedente assemblea aveva approvato una copertura di perdite per 1,6 miliardi.

“Nonostante vi fosse la necessità di una riduzione, essendo la perdita inferiore ad un terzo del capitale sociale – scrivono gli amministratori in una nota – è parso al Consiglio di Amministrazione opportuno proporre l’azzeramento della predetta perdita residua, data l’assenza di riserve disponibili per la copertura e l’entità stessa della perdita 2016, non essendo, allo stato, prevedibile che i risultati di esercizio siano in grado di coprire tali perdite.

L’assemblea quindi si concentrerà solo sul bilancio chiuso con una perdita di 3,24 miliardi in sede ordinaria.