1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps: grande incertezza tra i risparmiatori sulla conversione, buona notizia da Generali

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mps è al secondo giorno del piano di conversione “volontaria” delle obbligazioni subordinate. Le prime 24 ore hanno lasciato due notizie: l’adesione di Generali alla conversione e la grande incertezza che regna tra i piccoli risparmiatori. Il colosso assicurativo, che avrebbe in mano circa 400 milioni di euro di bond del Monte, post conversione si troverebbe con una quota della banca senese di poco inferiore all’8 per cento.

La cattiva notizia per la banca senese arriva invece dai piccoli risparmiatori, titolari soprattutto dell’obbligazione maggio 2018, 2,1 miliardi di euro venduti agli sportelli della banca con tagli minimi da 1.000 euro per finanziare l’acquisizione di Antonveneta. Nella giornata di ieri su questo titoli Upper Tie 2 sono state effettuate 132 operazioni di acquisto per un controvalore pari a 3,97 milioni di euro e 22 operazioni di vendita sullo stesso titolo per 395 mila euro.

Nelle sale operative si fa largo la convinzione che il grosso della conversione arriverà dai titoli emessi con tagli minimi da 50.000 euro e non dalle obbligazioni vendute ai piccoli risparmiatori. Grande incertezza anche su un altro punto fondamentale dell’operazione, ovvero la presenza del cosiddetto “anchor investor”.

La stampa nazionale continua a indicare il fondo del Qatar Qia come il prossimo socio forte di Siena, ma su questo non vi è alcuna conferma. L’esito del piano di salvataggio resta quindi appeso a un filo. Qualcosa di più si dovrebbe sapere domani, quando dovrebbe riunirsi il Cda della banca per fare il punto della situazione.