1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps: fra sentenza della Corte UE ed esito stress test, i traders scommettono sui CDS

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La seduta odierna per il Monte dei Paschi di Siena continua ad avere un tono negativo, con il titolo negoziato a 0,31 euro in ribasso del 2,8%. Anche guardando al mercato obbligazionario l’istituto senese non sembra navigare in acque limpide.

Secondo quanto riportato da Bloomberg in mattinata, gli operatori finanziari stanno incrementando le coperture sull’esposizione in obbligazioni di Mps acquistando Credit Default Swap (CDS) sul secondario.

Più nel dettaglio, secondo i dati reperiti da Bloomberg, il costo di un CDS per coprirsi dal rischio di insolvenza su una tranche di debito junior quinquennale da 10 milioni di Mps è lievitato nell’ultima settimana da 3,6 milioni ai 3,2 milioni di euro di questa mattina.

Per Rocca Salimbeni tornano, dopo una settimana di tregua, i malumori relativi alla questione dello smaltimento delle sofferenze. Da un lato è intervenuta la sentenza di ieri della Corte Superiore Europea sulla questione e delle banche slovene, per cui “le regole del bail-in sono legittime”, mentre dall’altro si fa sempre più vicina la fatidica data del 29 luglio, in cui l’Autorità bancaria Europea (Eba) divulgherà i risultati degli stress test condotti sulle banche a rilevanza sistemica dell’Europa.

In questo quadro, domani si riunirà a Siena il Cda per esaminare il dossier sulla cessione degli Npl. Secondo voci circolate fra la stampa sul tavolo degli amministratori saranno esaminate anche misure straordinarie per il rafforzamento patrimoniale dell’istituto, come la cessione degli asset della ex Banca Antonveneta.