1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps: è un altro bagno di sangue per il titolo, sprofonda sotto 0,6 euro (-52% da inizio anno)

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
È un altro bagno di sangue per Mps a Piazza Affari. Il titolo della banca senese sta vivendo un’altra giornata in profondo rosso che porta il saldo da inizio anno negativo per oltre 50 punti percentuali. Oggi l’azione è continuamente congelata dagli scambi e si è portata sotto la soglia di 0,60 euro, aggiornando nuovamente i minimi storici. La capitalizzazione di Rocca Salimbeni è scesa sotto i 2 miliardi di euro e il maxi aumento di capitale da 3 miliardi di euro, portato a termine la scorsa estate, è solo un lontano ricordo. 
Da inizio anno tutto il comparto bancario ha sofferto a Piazza Affari, ma le vendite hanno colpito soprattutto gli istituti considerati più “fragili” in ottica Bail-In e quelli più carichi di crediti deteriorati, con il Tesoro che corre contro il tempo per trovare una soluzione al nodo bad bank. Inoltre, la stampa nazionale nei giorni scorsi ha sottolineato le difficoltà del Monte a trovare un partner per una futura aggregazione, condizione necessaria posta dalla Bce.
L’ondata di vendite da Piazza Affari si trasferisce anche sui bond subordinati della banca senese, che nelle ultime sedute sono in caduta libera. Ieri, ad esempio, il bond subordinato Mps con scadenza settembre 2020, che lunedì aveva perso circa 10 figure, ieri ha replicato la performance negativa attestandosi a quota 67. Lo scorso 8 gennaio il medesimo bond viaggiava in area 95. 
Questa mattina, dopo giorni di silenzio, l’Ad Fabrizio Viola aveva provato a rassicurare i mercati: “le prime evidenze relative al 2015 confermano che l’attuale andamento del tutto anomalo del titolo Mps non ha alcun riscontro nei fondamentali della banca che anche nel corso dell’ultimo trimestre sono migliorati, confermando il trend evidenziato nei primi nove mesi dell’anno”.