1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mps, Dresdner nutre qualche dubbio sulle sinergie attese dall’acquisizione di Antonveneta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Anche Monte dei Paschi di Siena, come tutti i titoli del comparto finanziario, precipita a Piazza Affari. Dopo avere chiuso la seduta di ieri a un passo dai tre euro, la banca senese torna sui passi e in questo momento cede oltre cinque punti percentuali a 2,8225 euro per azione. In un report diffuso oggi gli analisti di Dresdner sono tornati a parlare sia del bilancio 2007 sia del piano strategico 2008/2011, presentato due giorni fa a Milano dal gruppo guidato da Giuseppe Mussari. “Le previsioni sui ricavi per i prossimi anni appaiono realistiche, mentre continuiamo a considerare troppo ambiziosa la nuova stima relativa al risultato netto a 2,2 miliardi euro entro il 2011”, spiegano gli esperti della banca tedesca. Ma aggiungono: “Apprezziamo gli sforzi per creare una più chiara ed efficace corporate governance. E crediamo anche che la revisione del piano sia realistica e sostenibile in considerazione dell’attuale quadro macroeconomico”. Per gli esperti di Dresdner i dubbi si concentrano soprattutto sulle sinergie attese dall’integrazione di Antonveneta. Alla luce di queste considerazioni la raccomandazione rimane “sell” (vendere) a un prezzo obiettivo a 2,60 euro.