Mps: contestato a Mussari reato di insider trading

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 31/07/2013 - 14:02
I pm senesi Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, titolari dell'inchiesta sull'acquisizione di Antonveneta da parte di Monte dei Paschi, hanno contestato all'ex presidente Giuseppe Mussari anche il reato di insider trading. Lo riportano le maggiori agenzie di stampa che citano alcune fonti, secondo cui il reato è contestato sulla base dell'articolo 184 comma 1 lett. B del Tuf, perché, come scritto nell'avviso di chiusura indagine riportato dalle agenzie, "in ragione della sua qualità di presidente di Banca Mps, essendo in possesso di informazioni privilegiate e, in particolare, di informazioni relative all'avvenuta stipula dell'accordo con Banco Santander per l'acquisizione di Banca Antonveneta, comunicava, al di fuori del normale esercizio della professione, dette notizie al sindaco di Siena Maurizio Cenni e al presidente della Provincia di Siena Fabio Ceccherini". Non solo. Mussari, a detta dei pm avrebbe inoltre dato notizia al di fuori del normale esercizio della professione, a Enrico Bombieri, responsabile dell'investment banking di Jp Morgan per l'Europa, Africa e Medio Oriente, che Banca Monte dei Paschi aveva concluso l'operazione di acquisto di Banca Antonveneta".
COMMENTA LA NOTIZIA