1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps chiude negativa nel giorno del nuovo piano industriale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La seduta odierna è stata inaugurata dalla presentazione del nuovo piano industriale del Monte dei Paschi di Siena. Rocca Salimbeni ha previsto per i prossimi tre anni utili compresi tra 1,4 e 1,5 miliardi di euro. Di primario interesse anche le dichiarazioni del presidente Mussari sulle future linee di crescita: “Il focus primario è sul mercato nazionale, sulla banca commerciale e sull’eccellenza distributiva” ha detto Mussari, aggiungendo che “siamo aperti verso ogni tipo di aggregazione che crei valore”. Simili parole hanno contribuito allo scatto iniziale del titolo a Piazza Affari, volato in mattinata su un picco intraday di 4,7775 euro, per poi perdere progressivamente vigore e andare a chiudere addirittura in ribasso dello 0,49% a 4,6075 euro. Nella scia della positiva apertura dell’istituto senese si è accodato un buon numero di bancari, come Bca Fideuram (+3,49% a 4,305 euro), Meliorbanca (+0,69% a 3,645 euro) e Mediobanca (+1,05% a 15,01 euro), mentre è stata una seduta difficile per Unicredit (-2,05% a 5,875 euro). Positivi gli assicurativi all’indomani dell’operazione Generali-Toro, con il titolo del Leone (+1,95% a 27,75 euro) che ha finalmente raccolto il consenso che ieri aveva faticato ad emergere. Nello stesso comparto, in evidenza Unipol (+0,65% a 2,4175 euro) e FonSai (+0,33% a 30,21 euro). Scambi vivaci anche sui petroliferi, beneficiari del nuova strappo del greggio sopra i 72 dollari, con buoni guadagni per Eni (+0,45% a 22,36 euro) ed Erg (+2,09% a 18,89 euro), così come il titolo assimilabile Tenaris (+1,67% a 15,06 euro). L’annuncio dell’acquisto della rete di distribuzione di energia elettrica in 18 comuni della provincia di Modena per 107,5 milioni di euro ha invece sostenuto gli acquisti sul titolo Hera che, dopo una prima reazione euforica, ha chiuso con un guadagno nell’ordine dello 0,41% a 2,5875 euro. Non accenna a placarsi invece la speculazione sulle società calcistiche. Il titolo della Roma è andato a esplorare i nuovi massimi da luglio 2004 chiudendo con un balzo del 16,49% a 0,95 euro. Inferiore, ma comunque degna di nota, la performance della Lazio, volata a quota 0,2750 euro, in aumento del 9,56%.