1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps: Centrosim, la spinta del risiko è evidente, ma a Siena hanno altro per la testa

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mps rimane sotto i riflettori del mercato, in vista di una possibile mossa sul fronte dell’M&A. Ieri sono stati scambiati 38,5 milioni di pezzi pari all’1,6% del capitale ordinario. Dopo l’annuncio del merger Unicredit/Capitalia, le voci riportate dalla stampa sono svariate: da un ritorno
di fiamma con Unipol a una maxi-aggregazione con BBVA. Secondo gli analisti di Centrosim al momento il Monte dei Paschi “appare molto più concentrato sulla crescita per linee interne, sull’acquisizione di banche medio-piccole
come Biverbanca e reti di sportelli cedute da altri grandi gruppi e sulla sigla di accordi operativi in specifici settori, piuttosto che sullo studio di maxi-aggregazioni con istituti italiani o esteri”. “Tuttavia – sottolineano gli esperti – è evidente che l’ulteriore concentrazione del mercato domestico che farà seguito all’aggregazione Unicredit/ Capitalia pone come sempre più pressante la chiara definizione del ruolo di Mps nello scacchiere finanziario nazionale”. Dunque come comportarsi operativamente? “Per ora segnaliamo che il titolo, sull’onda delle speculazioni, ha raggiunto il nostro target price calcolato sui fondamentali di gruppo. Mettiamo quindi sotto revisione rating e target price”.