Mps, cda decide di riaprire il dossier Bnl

Inviato da Redazione il Ven, 28/01/2005 - 08:59
Il cda della Banca Monte dei Paschi di Siena ha deciso di accantonare le proposte di revisione del piano industriale 2005-07 fino a quando non sarà presa una decisione sul caso Bnl, con la quasi totalità dei consiglieri inclini a riaprire il dossier Bnl e posizionarsi in merito alla battaglia in atto tra patto e contropatto. Pertanto via libera al budget del 2005 per il Gruppo Mps. Il cda presieduto da Pier Luigi Fabrizi ha inoltre approvato un finanziamento al socio e vicepresidente, Emilio Gnutti, da100 mln di euro, necessario a Hopa di Gnutti per sottoscrivere l'aumento di capitale in Olimpia. Per il 2005 il Monte dei Paschi punta alla "valorizzazione del potenziale della clientela" sia innalzando "la qualità dell'offerta" sia attraverso l'apertura "prevista" di 100 nuovi sportelli. La banca senese si attende "dinamiche di profilo superiore rispetto al 2004 per la raccolta complessiva e per gli impieghi". L'obiettivo finale, indicato dal Cda, è quello di una crescita del risultato della gestione caratteristica e "un calo del cost/income".
COMMENTA LA NOTIZIA