1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mps e Carige: Consob proroga divieto posizioni nette corte fino a 27 gennaio 2015

QUOTAZIONI Bca Carige
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Consob ha deciso di prorogare, senza modifiche, il divieto di assumere o l’incrementare posizioni nette corte su azioni Banca Mps e azioni Banca Carige in vigore dal 28 ottobre 2014. La proroga, così come il divieto originario, è stata adottata in applicazione dell’articolo 20 del Regolamento comunitario in materia di “Short Selling”, tenuto conto dell’andamento di mercato dei due titoli considerati. Il divieto è stato prorogato fino al termine della seduta di martedì 27 gennaio 2015 (fino alle ore 23.59).

La commissione ricorda che il divieto ha efficacia anche su strumenti finanziari derivati che hanno come sottostante le azioni Banca Mps o Banca Carige. Il divieto si applica anche alle negoziazioni intraday nonché a quelle effettuate al di fuori dei mercati italiani, incluse le transazioni over-the-counter. E’ esentata dal divieto la negoziazione di strumenti finanziari su indici.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CORPORATE GOVERNANCE

Carige: dimissioni di un Consigliere

Elisabetta Rubini, Consigliere di amministrazione di Banca Carige, nonché Presidente del Comitato Remunerazione e componente del Comitato Rischi, ieri ha rassegnato le dimissioni con decorrenza immediata dalla carica, in relazione ai propri accresciu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

PARTECIPAZIONI RILEVANTI

Banca Carige: Toscafund AM lima quota a 4,529% (Consob)

Toscafund AM ha ridotto la partecipazione in Banca Carige dal 5,119% (aggiornato al 18 febbraio 2016) al 4,529%. Il comunicato che riporta la notizia è stato diffuso oggi dalla Consob, si riferisce ad un’operazione del 3 marzo scorso.