Mps Capital Services: crisi credito spinge acquisti su mkt bond Eurozona

Inviato da Carlotta Scozzari il Gio, 22/11/2007 - 09:40
Gli esperti di Mps Capital Services mettono in evidenza come in Eurolandia la crisi del mercato creditizio continui a comportare forti flussi in acquisto sul mercato obbligazionario, tanto che il rendimento del titolo a due anni ha registrato i minimi da dicembre 2006, mentre il dieci anni è sceso anche sotto il 4% durante la sessione. Lo spread si è così portato in prossimità dei 37 punti base. Inoltre proseguono le tensioni sul mercato monetario, con il tasso Euribor a tre mesi (quello cui sono agganciate le rate dei mutui a tasso variabile, ndr) in rialzo al 4,65%. L'indice Itraxx Crossover, che, raccogliendo i cds delle emittenti con rating 'junk' viene utilizzato un po' come barometro della fiducia degli investitori per il settore del credito, ha registrato un nuovo massimo portandosi a 400 punti base, allo stesso modo l'indice Embi+ (indice dei rendimenti delle obbligazioni dei mercati emergenti) spread è salito a 259 punti base, massimo da fine 2005. "Oggi a causa della chiusura dei mercati statunitensi (per il giorno del Ringraziamento) si potrebbe assistere ad un lieve recupero dei rendimenti", ipotizzano da Mps Capital Services. Oltreoceano intanto rimane "ancora aperto il problema del rifinanziamento delle posizioni in titoli collegati ai mutui con conseguenti ripercussioni sui mercati monetari dove i tassi a breve continuano ad essere sotto tensione". "In questo contesto - concludono gli economisti di Mps Capital Services - il timore aggiuntivo degli operatori è che le condizioni di difficoltà del sistema finanziario si traducano in un'ulteriore riduzione degli ammontari ed irrigidimento delle condizioni di erogazione del credito, comportando pertanto un potenziale forte impatto sulla domanda aggregata. Sul fronte macro la fiducia dei consumatori di novembre misurata dall'università del Michigan si è posizionata ai minimi degli ultimi due anni".
COMMENTA LA NOTIZIA